iMpronta è Mobility Manager di Metzeler

MetzelerMetzeler Italia spa ha introdotto il Mobility Manager in Azienda pe rridurre il proprio impatto sul territorio e sulla comunità in cui è insediata.
L'incarico di Mobility Manager è stato affidato all'Ing Massimo Infunti, della ditta iMpronta.
Metzeler a Ciriè conta oggi 220 dipendenti. Con la collaborazione di iMpronta, Metzeler ha condotto un indagine sugli spostamenti Casa/Lavoro dei propri dipendenti.

La stragrande maggioranza di questi si reca al lavoro in auto. Molti sarebbero disposti a passare a modalità di trasporto più sostenibili:
- 56 persone sono disposte ad utilizzare la bici in condizioni di maggiore sicurezza
- 60 persone sono disposte a condividere un passaggio con un collega
- 79 persone sarebbero interessate all'utilizzo dei mezzi pubblici qualora fossero più "appetibili".

L'analisi della situazione ha portato ad individuare alcune soluzioni, in accordo con il Comune di Ciriè:

  • sarà costruita entro l'anno una pista ciclabile che colleghi lo stabilimento con il centro
  • è stato istituito un nuovo e più comodo posteggio per le biciclette all'interno
  • I posteggi per le bici sono stati segnalati per “ricordare” tutti i giorni la loro presenza ai lavoratori. Inoltre sono stati dotati di una pompa fissa e di rastrelliere
  • Per il primo periodo sono stati individuati alcuni incentivi per i ciclisti, quali: consumazione gratuita alla macchina del caffè e una convenzione con un meccanico ciclista della zona
  • Sono stati raccolti tutti gli orari dei mezzi pubblici che portano in Metzeler e distribuiti ai lavoratori, in modo tale da incentivare l'utilizzo degli stessi al posto del'automobile per recarsi al posto di lavoro
  • Si è realizzato un accordo con il sito www.drive2day.it (agenzia che organizza passaggi in auto) in modo tale da facilitare l'incontro tra colleghi che percorrono lo stesso tratto per recarsi al lavoro.
    Il sito è anche accessibile via cellulare all'indirizzo wap.drive2day.it

In conclusione, Metzeler si impegna per rispettare una delle leggi più disattese del nostro paese: la legge sul Mobility Management.
Con l'applicazione delle soluzioni sopra descritte e attraverso la certificazione Iso 14000 che già possiede, l'azienda ritiene di poter ridurre il proprio impatto sull'ambiente.