Visti i valori chiave del concept conTrasporto, è importante non impostare il servizio sulla sola utenza debole, per evitare che questo non sia mai sostenibile economicamente e che la sua immagine non attragga utenza “business”.

Per questa ragione vengono esplorati due tipi di utenti:



Utenti sistematici

  1. Organizzazioni che dispongono di furgoni, spesso fermi durante la settimana. Esempi tipici sono le associazioni sportive, le parrocchie, le comunità montane. La Cooperativa può stilare con questi soggetti dei contratti di comodato o di affitto, che consentano di utilizzare in condivisione il mezzo quando al proprietario non serve, ricavandone una quota per l’utilizzo. L’uso in rete di questi mezzi permette di generare situazioni Win-Win (io non tengo il furgone fermo e lo faccio lavorare, tu non devi investire per l’acquisto di altri furgoni).
  2. Associazioni Sportive, Ricreative, Teatrali, Musicali, ecc. che organizzano corsi pomeridiani e serali per bambini e ragazzi. In questo caso la partnership consiste nella promozione congiunta del servizio. La Cooperativa ricava una percentuale sui biglietti pagati dagli utenti ed al tempo stesso amplia il proprio bacino di utenti.
  3. Enti Pubblici che spesso hanno l’interesse a poter offrire ai propri cittadini un servizio di trasporto decente, sono disposti a sostenere con una quota l’erogazione di un servizio che altrimenti potrebbe non essere conveniente economicamente (si pensi ad esempio ad un Comune che si trova nella parte più alta di una valle, ma che vuole garantire ai suoi utenti un servizio a prezzi accessibili anche se sono da soli).


Utenti occasionali

Se gli utenti sistematici consentono di coprire i costi fissi, gli occasionali offrono la marginalità più alta. E’ quindi importante avere entrambi i tipi di utenti del servizio per assicurarne la sostenibilità, tra questi consigliamo di concentrarsi su:

  1. Frequentatori di Locali Serali (Pub, Discoteche, etc.): questa categoria di utenti è molto interessante, perché l’offerta attuale è tendente a zero, oppure carissima (NCC). L’offerta di un servizio a prezzi accettabili riscuote un buon successo.
  2. Case di Riposo/Anziani: le case di risposo hanno spesso bisogno di servizi di trasporto dedicato (come orari, ma non condiviso tra più persone), in direzione di ospedali, centri medici, mercati.
  3. Turisti: Il turista che arriva a Torino in aereo ha poche possibilità di visitare le Valli di Lanzo senza un’auto. Il sistema proposto può diventare molto interessante, anche se combinato con servizi accessori (es: trasporto biciclette, recupero in emergenza, navetta sherpa per i bagagli, etc.).
  4. Eventi: Proloco, Concerti, Fiere possono aver bisogno di servizi di adduzione dalle stazioni o dai posteggi di interscambio.


Torna alla pagina iniziale di conTrasporto


Contattaci

conTrasporto - Gli utenti/soci